Rubiera

Via Emilia - Rubiera

Rubiera è una cittadina di circa 15 mila abitanti che si trova in provincia di Reggio Emilia. Si tratta di un piccolo paesino che, però, è molto conosciuto per le sue caratteristiche che lo rendono unico e suggestivo. Il nome originale della cittadina è Corte de Herbeira, dove herbeira potrebbe venire dal celtico e significare in mezzo alla pianura.

Si parla di questo borgo già nel 915, ma è solo nell'Alto Medioevo che la città acquisisce un ruolo di estrema importanza. Ma il periodo di massimo splendore e importanza si ebbe, senza dubbio, a cavallo tra il 1190 e il 1200, quando il comune di Reggio decise di costruire il nuovo borgo di Rubiera per difendere la linea di confine con Modena: venne eretto un imponente castello con tanto di mura difensive. Ad oggi, il castello di Rubiera è una delle cose più belle che si possano trovare in zona ed è rimasto perfettamente intatto, anche se sono state fatte, nel corso degli anni, delle opere di restauro. Per oltre due secoli, la piccola Rubiera fu feudo dei Boiardi che poi, 1423, scambiarono con gli Estensi il feudo di Scandiano.

Altro dominazione si ebbe, poi, dal 1512 al 1523 quando i pontifici la diedero in possesso ai Pio di Carpi, che regnarono sino al ritorno degli Este che concessero Rubiera alla famiglia Sacrati. Fu proprio in questo periodo che la rocca a protezione della città venne ulteriormente rafforzata e venne costruito un enorme fossato che prendeva acqua dal Tresinaro. Dopo l'Unità d'Italia, le mura difensive della città vennero abbattute e la rocca cadde in rovina e solo recentemente è stata ristrutturata al meglio, così come lo sono stati tanti palazzi del centro storico, che stanno vivendo un periodo di nuova vita.


Cosa vedere a Rubiera?

Torre Orologio - Rubiera

Il piccolo centro è un vero e proprio concentrato di bellezze, tutte da scoprire e, ove è possibile, non se ne deve tralasciare una. Si può incominciare il giro virtuale in città dalla Pieve dei Santi Faustino e Giovita, una delle diocesi più antiche, di cui si trova già menzione nei documenti del 945. Tra i vari palazzi, poi, sono imperdibili Palazzo Sacrati, che è una storica dimora del XV secolo, finemente ristrutturata, il Complesso monumentale dell'Ospitale, che risale al XVI e che ospitava tutti i viaggiatori che si fermavano mentre percorrevano la Via Emilia e, infine, il Teatro Herberia, palazzo in stile liberty che risale al 1926.

Chiunque visiti la provincia di Reggio Emilia, non può non fare un salto in questo storico borgo, che racchiude in sé così tanta bellezza e così tanta storia. Arrivarci, del resto, è anche molto semplice e si rivela un'esperienza davvero unica, per fare un salto indietro nel tempo. Qui si trova tutto ciò di cui si ha bisogno per un piacevole soggiorno, dalle strutture ricettive ai tanti ristoranti dove assaggiare i piatti tipici della cucina reggiana. Sono molti gli eventi che vengono organizzati in quella che si configura come una cittadina culturalmente attiva e con un calendario estivo e invernale ricco di eventi da non perdere.


(Tutte le foto presenti in questa pagina sono di I, Sailko, CC BY-SA 3.0, $3)